Green News

Bonus Ristrutturazioni Edilizie: gli incentivi in vigore per il 2024

Post Aggiornato il: 15/06/2024
Bonus Ristrutturazioni Edilizie, tutte le novità 2024

Indice

Devi costruire o ristrutturare il tuo immobile e vuoi orientarti tra le tante detrazioni per ristrutturazioni possibili?

Noi di Energy Building e Gauss Group possiamo aiutarti a districarti fra le molteplici opportunità di Bonus Ristrutturazioni Edilizie
In questo post ti offriamo una panoramica sugli incentivi e sui bonus ristrutturazioni edilizie attivi nel 2024 e offerti Dallo Stato italiano e dalla Regione Sicilia.
Le nostre guide ai singoli bonus edilizi, che trovi di seguito e che andremo ad approfondire in appositi articoli, ti aiuteranno a sfruttare al massimo gli sgravi fiscali per ristrutturazione edilizia sia riconfermati per l’anno in corso che di nuova introduzione.
Le agevolazioni sulle ristrutturazioni edili sono una preziosa occasione per dare il via ai lavori in casa dimezzando le spese: conoscerne i requisiti, le spese ammissibili e la documentazione necessaria sono il primo passo per beneficiare dei bonus edilizi che lo Stato mette a disposizione ogni anno.
Scorri la pagina per conoscere che agevolazioni ci sono per ristrutturare casa risparmiando: su Ristrutturazioni.com proponiamo sempre guide aggiornate su tutte le detrazioni fiscali ristrutturazioni in vigore per guidarti e rendere più comprensibile tutte le normative al riguardo.

Elenco di tutti i Bonus Ristrutturazioni Edilizie attivi per il 2024

Tutte le agevolazioni fiscali e bonus ristrutturazioni edilizie

Per il 2024 sono previsti Bonus Ristrutturazioni Edilizie per chi effettua interventi di recupero del patrimonio edilizio. Alcune agevolazioni si applicano esclusivamente alle parti comuni di edifici condominiali, altre, invece, riguardano anche le singole unità abitative.

Di seguito trovi l’elenco delle misure già presenti e confermate anche per quest’anno, e tutte le novità in vigore per l’anno 2024.

Bonus casa 50%

Prorogato al 31 dicembre 2024 questo incentivo ristrutturazione la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare. Che si tratti di lavori in casa, di manutenzione ordinaria o straordinaria, o di interventi di maggiore entità, sarà possibile recuperare il 50% delle spese sostenute entro tale data, attraverso una detrazione in dichiarazione dei redditi in 10 anni.

IVA agevolata 10% sulle ristrutturazioni

Per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, l’aliquota IVA ridotta al 10% per l’imposta sul valore aggiunto.

A seconda del tipo di intervento, questa agevolazione può applicarsi alle prestazioni di servizi resi dall’impresa che effettua i lavori (ovvero la manodopera) e/o sulla cessione di beni ma solo nel caso di “beni significativi” (ascensori e montacarichi, infissi, caldaie, sanitari e rubinetteria da bagno, videocitofoni, impianti di sicurezza).

Sisma bonus

L’adozione di misure antisismiche dà diritto a una detrazione Irpef del 50% in 5 anni fino a un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024. L’aliquota sale fino all’80% se l’intervento porta a una riduzione del rischio sismico di almeno 2 classi, 85% per i condomini. Alcuni interventi possono poi arrivare al 110% e confluire nel cosiddetto Super Sisma Bonus

Risparmio energetico

Migliorando l’efficienza energetica della tua abitazione ti farà risparmiare due volte. Perché? Molto semplice. Potrai ammortizzare l’investimento iniziale grazie a una detrazione fiscale che parte dal 50% e salire a seconda dell’intervento. Oltre al risparmio derivante da questo incentivo, nel tempo si avranno considerevoli risparmi grazie all’efficientamento energetico sulla tua casa: una riduzione del costo in bolletta per luce e gas. E allora ti invitiamo a riflettere sull’importanza di installare pannelli fotovoltaici e pannelli solari termici! Nella nostra sezione del blog dedicata al fotovoltaico troverai tante guide al fotovoltaico potrai capire se effettivamente è la soluzione che fa per te.

Ecobonus 65%

La detrazione si applica a interventi tra cui la coibentazione, il cappotto termico, l’installazione di caldaie a condensazione, impianti fotovoltaici, pompe di calore. L’agevolazione è pari al 65% con massimali per ogni singolo intervento ed è richiedibile sia dal proprietario che dall’usufruttuario dell’immobile oggetto dell’intervento.

Bonus infissi

É valido fino al 2024 il bonus finestre, ovvero la detrazione del 50% in 10 anni sulla sostituzione di porte e finestre, inferriate, persiane di sicurezza e porte blindate, anche senza la concomitanza con la ristrutturazione dell’immobile.

Bonus idrico

Il bonus che punta a un risparmio dell’acqua attraverso un’agevolazione di 1.000 euro, erogati direttamente sul conto corrente dei richiedenti senza specifici requisiti ISEE, in seguito all’acquisto di docce, soffioni, rubinetteria e sanitari che consentono il risparmio di acqua durante l’utilizzo quotidiano. Per il 2024 questo bonus non è stato prorogato per cui è possibile fare richiesta esclusivamente per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.

Agevolazioni fiscali ristrutturazioni: dal giardino agli arredi, tutte le detrazioni possibili

Bonus verde

Per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private, realizzazione di giardini pensili, sistemi irrigazione e realizzazione di pozzi, puoi usufruire della detrazione Irpef del 36% per un massimo di 1.800 euro. L’agevolazione non prevede specifici requisiti ISEE.

Detrazioni per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Fino al 31 dicembre 2025 è possibile usufruire della detrazione del 75%, fino a un importo massimo da 30.000 a 50.000 euro, per l’acquisto e installazione di ascensori e montacarichi, montascale, per elevatori esterni all’abitazione, per la sostituzione di gradini con rampe e di tutti quegli interventi che favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave. La detrazione non si applica, invece, per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità della persona con disabilità .

Quali documenti conservare per accedere ai Bonus Ristrutturazioni Edilizie

Hai già eseguito i lavori e temi di non aver conservato tutta la documentazione necessaria? Ecco un veloce schema che ti aiuterà a fare mente locale su cosa hai a portata di mano e cosa ti conviene andare a cercare:

  • ricevuta del bonifico
  • fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettuate
  • certificazione dell’amministratore di condominio in caso di lavori condominiali
  • ricevuta di pagamento dell’Imu
  • concessioni edilizie e urbanistiche qualora fossero necessarie
  • domanda di accatastamento se l’immobile non è ancora censito

Per maggiori informazioni puoi consultare il sito dell’Agenzia dell’entrate nell’area tematica dei bonus ristrutturazioni edilizie

Bonus Ristrutturazioni Edilizie: le nostre guide per accedere ai bonus

Sono tante le possibili agevolazioni fiscali che puoi valutare prima di sostenere delle spese di ristrutturazione: dalle detrazioni per condomini agli sgravi per case unifamiliari, dalle detrazioni irpef per ristrutturazioni interne fino alle agevolazioni per sostituire gli infissi.

Salva questa pagina fra i preferiti così da poter ricevere informazioni aggiornate e puntuali su tutti gli incentivi e bonus per l’edilizia messi a disposizione dallo stato
Nel frattempo Chiedi un preventivo o una consulenza gratuita ai nostri consulenti, sapremo consigliarti per il meglio!


Dove Operiamo
Siamo Presenti in 6 Provincie in Sicilia
ALTRO DAL NOSTRO
BLOG
Provincia di Enna - Gauss Group Energy Building

I professionisti del Risparmio Energetico e Enna e Provincia